Blog

Venerdì, 12 Luglio 2019 10:42

Federica Mingolla ripete Digital Crack, Monte Bianco

La 21enne climber torinese Federica Mingolla ha ripetuto Digital Crack 8a, Monte Bianco.

Se è vero che sognare è un atto di pura immaginazione che attesta in tutti gli uomini un potere creativo, molto più difficile è realizzare quei sogni che nascono leggeri nella nostra fantasia. Se questo può essere corretto per la maggior parte di noi, certamente non lo è per Federica Mingolla che dopo essersi presa la soddisfazione, ad aprile dello scorso anno, di salire il suo primo 8b su granito, Legittima Visione in Valle dell'Orco, ieri nel primo giorno di luglio ha aggiunto, al suo già invidiabile curriculum, una delle salite più ambite nel gruppo del Monte Bianco.

 

Federica ha infatti ripetuto la splendida fessura Digital Crack, sull’ottimo granito che a 3800 metri di quota corre sul lato sud-est del Grand Gendarme nell'incredibile scenario dell'Arête des Cosmiques. Si tratta di quella parete, leggermente strapiombante e ben visibile dalla funivia dell' Aiguille du Midi, scalata per la prima volta in libera da Thierry Renault e Alain Ghersen.

Dei giorni che Federica ha trascorso sul Tetto d’Europa insieme ad Adriano Trombetta, Lorenzo Pernigotti e Federico Ravassard ne sentiremo sicuramente parlare in futuro, come anche di altri raid in quota di Federica che, evidentemente, ha anche la montagna nel suo DNA.

Federica Mingolla ringrazia per il supporto Ferrino, Wild Climb e Petzl

Last modified on Venerdì, 12 Luglio 2019 10:53